PUBBLICO E PRIVATO TRA RIGENERAZIONE URBANA E RIPRESA DELL’EDILIZIA. LA DIFFICILE RICERCA DI AZIONI CONDIVISE.

INU – Istituto Nazionale di Urbanistica, AUDIS – Associazione Aree Urbane Dismesse, Federimmobiliare

Martedì 17 novembre 2015 | Salone d’Onore | ore 09,00 – 13,00

 


 

La crisi ha cambiato i modelli di sviluppo: i temi dominanti dei nuovi processi sono oggi consumo di suolo e rigenerazione urbana. Obiettivi che si possono raggiungere solo se si riesce a realizzare una alleanza tra pubblico e privato sulle strategie e le azioni per la città.
Il convegno è articolato in tre sessioni.

Prima sessione. Verso nuovi piani: consumo di suolo e rigenerazione urbana. La riconversione delle aree industriali dismesse è ferma; con la crisi si sono aggiunti migliaia di capannoni chiusi per cessata attività. I piani urbanistici tradizionali non servono più, occorrono nuove strategie e nuovi percorsi. Come si stanno muovendo i Comune più avanzati? La disciplina urbanistica è necessaria ma non sufficiente: occorrono altri presupposti. A quali condizioni gli operatori privati sono disponibili ad impegnarsi con nuovi progetti? E’ possible individuare percorsi comuni e condivisi?
Seconda sessione. Rinnovo edilizio e riqualificazione degli ambiti urbani: interrelazioni e punti di contatto. Il rinnovo edilizio a scopo risparmio energetico è l’unico comparto del settore edilizio che attualmente tira. Tutto questo va bene, però non è che rinnovando mille edifici si rinnovi automaticamente la città. Occorre riqualificare la città pubblica, soprattutto nelle periferie più disagiate, adeguando le infrastrutture, i servizi, gli impianti tecnologici. Le amministrazioni non hanno risorse sufficienti. E’ possibile coinvolgere i privati in questa impresa? come? A quali condizioni?
Terza sessione. Il driver Europa: fattibilità, qualità e sostenibilità dei progetti. Il programma europeo 2014/202 assume la città come motore dello sviluppo e mette a disposizione cospicue risorse per la rigenerazione urbana. L’Italia si è finora dimostrata partner scarsamente qualificato e poco efficiente. La Comunità Europea richiede però precisi requisiti di fattibilità, qualità e sostenibilità dei progetti. Amministrazioni, professionisti, imprese, sono attrezzati ai nuovi compiti? Come nel 1995 con i PRU, diventa essenziale sperimentare nuovi percorsi anche al fine di mettere a disposizione di tutti gli interessati un patrimonio di buone pratiche al quale attingere.

Sono invitati a partecipare al convegno per il versante pubblico: amministratori e tecnici degli enti istituzionali; per il mondo degli operatori: imprese, promotori, facility managers, proprietari, aziende del real estate, fondi immobiliari, banche ed istituti finanziari.

 


 

PROGRAMMA
a cura di Dionisio Vianello

Saluti:
Silvia Viviani, Presidente INU
Stefano Stanghellini, Presidente URBIT
Luca Talluri, Presidente AUDIS, Presidente Federcasa
Giovanni Vanoi, Presidente Consulta Regionale Lombarda Ordini Architetti PPC

Presentazione:
Dionisio Vianello, Presidente emerito AUDIS

 

Prima Sessione
VERSO I NUOVI PIANI: CONSUMO DI SUOLO E RIGENERAZIONE URBANA

Modera:
Guglielmo Pelliccioli, Direttore Il Quotidiano Immobiliare

Stefano Lo Russo, Assessore all’Urbanistica, Comune di Torino
Patrizia Gabellini, Assessore all’Urbanistica, Comune di Bologna
Claudio De Albertis, Presidente ANCE
Tania Garuti, Consigliere di Presidenza Assoimmobiliare
Fabio Carlozzo, Investire Immobiliare SGR
Davide Albertini Petroni, Risanamento Spa

 

Seconda Sessione
RINNOVO EDILIZIO E RIQUALIFICAZIONE DEGLI AMBITI URBANI: INTERRELAZIONI E PUNTI DI CONTATTO

Modera:
Stefano Stanghellini, Presidente URBIT

Michela Tiboni, Assessore all’Urbanistica, Comune di Brescia
Roberta Fusari, Assessore all’Urbanistica, Comune di Ferrara
Thomas Miorin, Habitech, ReBuild
Massimo Tivegna, Unicredit Special Network Italy
Marzia Morena, Presidente Federimmobiliare
Luciano Manfredi, Consigliere Delegato di Assoimmobiliare
Maurizio Tira, Presidente CENSU

 

Terza Sessione
IL DRIVER EUROPA: FATTIBILITÀ, QUALITÀ, SOSTENIBILITÀ DEI PROGETTI

Modera:
Marina Dragotto, AUDIS

Eugenio Leanza, Direttore BEI
Leopoldo Freyrie, Presidente CNAPPC
Riccardo Pellegatta, Segretrario CNI
Gaetano Mollura, Comune di Napoli, coordinatore progetto USEACT
Paolo La Greca, Università di Catania, Progetto SPECIAL
Matteo Robiglio, Politecnico di Torino

 

Conclusioni:
Silvia Viviani, Presidente INU

 


 

Per questa iniziativa è stato richiesto il riconoscimento di CPF presso:

  • la Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti
  • l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano
  • il Collegio dei Geometri e dei Geometri laureati della Provincia di Milano