BOLOGNA E LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE

La partecipazione del Comune al "Bando per la predisposizione del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”

Il Comune di Bologna ha richiesto un finanziamento di 18 milioni di euro attraverso il “Bando per la predisposizione del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gli interventi candidati ricadono in 2 ambiti territoriali:

PILASTRO:
La proposta individua un sistema di interventi per il rilancio della zona in termini fisici, economici e sociali attraverso la riqualificazione paesaggistica che rappresenta un “obiettivo necessario per il recupero della dignità e dell’identità espressiva dei luoghi, rafforzandone la coesione sociale”.
La definizione di obiettivi e scelte progettuali ha tenuto conto dei percorsi di confronto pubblico “Pilastro 2016” e “Collaborare è Bologna”.
I 9 interventi proposti riguardano: la riqualificazione di spazi verdi, di orti urbani e della biblioteca di quartiere; la realizzazione di una piazza pubblica, di una caserma per i carabinieri, di un edificio multifunzionale per la comunità; il recupero di 2 poderi agricoli e relative corti per attivare pratiche di agricoltura di comunità e inclusione sociale; la realizzazione di connessioni ciclabili tra tutte le aree suddette e il miglioramento dell’accessibilità attraverso il trasporto pubblico.

ARCOVEGGIO:
La proposta riguarda il recupero di un ex parcheggio multipiano, costruito nel 1990 e ormai in disuso, per convertirlo in polo di conservazione e restauro delle pellicole cinematografiche conservate dalla Cineteca di Bologna. Oltre all’archivio delle pellicole troverà nuova collocazione il laboratorio di restauro cinematografico, già punto di riferimento a livello internazionale.