CIRCOLATORI CICLOPEDONALI: MOBILITÀ LENTA NEL COMUNE DI TORNIMPARTE

Il progetto “Rete dei Comuni della Ciclabile” di cui Tornimparte fa parte, e che vede L’Aquila come comune Capofila, è un progetto che punta ad aumentare la permeabilità del territorio con forme di mobilità lenta, alternative all’automobile, adatte ad approfondire e valorizzare la conoscenza delle risorse diffuse sul territorio e dei suoi aspetti caratteristici: i Parchi, il Gran Sasso, i Borghi, l’enogastronomia, le bellezze storico-architettoniche, i paesaggi, etc.
Il lavoro che stanno svolgendo le amministrazioni della “Rete dei Comuni della Ciclabile” è quello di definire la rete degli itinerari locali di mobilità lenta da mettere a sistema con la pista Capitignano – Castelvecchio Subequo. In particolare, insieme al Comune dell’Aquila ed alle Amministrazioni dei Beni Separati di Preturo e Santo Stefano, si sta elaborando una proposta di estensione di tale pista cicabile alla valle del Raio ed alla rete sentieristica di Scoppito/ Preturo.
Un sistema di mobilità lento così pensato può altresì essere messo a sistema con il recente bando dell’Agenzia del Demanio, Cammini e Percorsi, che vi ha disposto la gestione di immobili statali in disuso, situati lungo cammini storico-religiosi e ciclovie, per farne servizi al viaggiatore e animazione socio-culturale. Azioni sinergiche che puntano ad incentivare i viaggi ecocompatibili e il turismo lento, strategici per lo sviluppo dei territori delle aree interne.