HergoAmbiente, tecnologia smart nella raccolta dei rifiuti

26/07/2016
“Smart city” è un’espressione che va molto di moda, e appare caratterizzata da grande indeterminatezza, oscillante com’è tra le visioni futuristiche, gli auspici e le realizzazioni tecnologiche, le applicazioni concrete. Spesso dietro vi si nascondono solo slogan. Non è il caso evidentemente del progetto presentato a Urbanpromo dal Gruppo Hera – Il servizio HergoAmbiente –  e disponibile della gallery di www.urbanpromo.it

(altro…)

E – moving, la mobilità innovativa può cambiare le città

23/07/2016
A2A, La più grande multiutility italiana, ai vertici di settori come l’energia e l’ambiente (azionisti di riferimento i Comuni di Brescia e Milano, tra le attività principali quelle relative al trattamento dei rifiuti e all’economia circolare delle città) ha partecipato all’ultima edizione di Urbanpromo con un progetto, disponibile nella gallery di www.urbanpromo.it, sulla mobilità elettrica sostenibile. Si tratta di un ambito che influenza ed è destinato a influenzare sempre di più le prospettive e la portata del cambiamento nelle nostre città, vista la fase di forte innovazione tecnologica che stiamo attraversando.

Pubblicato in Approfondimenti

Visioni Urbane, la storia della rigenerazione urbana in Umbria

17/07/2016
Il progetto “Visioni urbane”, presentato all’ultima edizione di Urbanpromo dalla Regione Umbria e disponibile sulla gallery online di www.urbanpromo.it, è l’opportunità di fare il punto su trent’anni di politiche di rigenerazione urbana in un territorio che rappresenta nel nostro Paese un’esperienza unica e paradigmatica, tanto da costituire un modello immediatamente identificabile anche dai non addetti ai lavori. La storia e le informazioni di “Visioni urbane” – un volume cartaceo e un’applicazione per smartphone, gratuita e disponibile sia su Google Play che su Apple Store – consentono anche di cogliere le caratteristiche e i…

A Urbanpromo dal comprensorio di Forlì un esempio di bando per lo sviluppo del territorio

08/07/2016
Nel 1992 la cosiddetta legge Amato promosse la trasformazione degli istituti bancari in società per azioni, riservando il compito di sostenere lo sviluppo socio – culturale dei rispettivi territori alle Fondazioni. Tra queste c’è quella collegata alla Cassa dei Risparmi di Forlì. Tra le righe della presentazione della mission, sul sito istituzionale della Fondazione Cassa dei risparmi di Forlì, si legge: “L’azione della Fondazione si esplica, principalmente, attraverso il finanziamento di progetti propri o l’erogazione di contributi su richiesta di soggetti terzi. Tali interventi devono necessariamente riferirsi a settori rilevanti o settori ammessi, individuati, con procedure apposite, in ragione…