MISURARE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DELLA MOBILITÀ

Ministero dell’Ambiente, Regione Veneto, INU/URBIT
MISURARE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DELLA MOBILITÀ
A cura di Giovanni Campeol e Gianni Biagi, INU/URBIT

Negli ultimi tempi l’aggettivo “sostenibile” è sempre più utilizzato per giustificare la bontà di una trasformazione umana, in particolare nella progettazione architettonica e ingegneristica, ma anche in quella riferita ad altri ambiti o discipline. In tal senso un progetto aggettivato con il termine sostenibile viene considerato tale a priori, prescindendo da una valutazione appropriata capace di dimostrare se tale condizione si manifesta.
In particolare, nel campo della mobilità l’aggettivo sostenibile viene assegnato per lo più alla tipologia del vettore di trasporto senza averne verificato la sostenibilità ambientale: la bicicletta è considerata il mezzo più sostenibile mentre l’auto quello più impattante. La mobilità sostenibile diventa pertanto un concetto olistico e spesso ideologico che sfugge alla misurazione della sostenibilità stessa, ovvero ai processi valutativi ambientali.
Ovviamente ogni mezzo e infrastruttura di trasporto possono avere diversi livelli di sostenibilità ambientale. Ciò dipende dalle variabili ambientali in gioco, come le necessità trasportistiche, le condizioni morfologiche, urbanistiche, socioeconomiche, culturali, etc.
Il seminario vuole essere un’occasione per aprire una riflessione riguardo la sostenibilità ambientale della mobilità e come questa può essere misurata, anche attraverso la presentazione di alcuni casi studio significativi.

 

PROGRAMMA

Coordina:
Giovanni Campeol, INU/URBIT

09.30 – 10.00
“Indirizzi per la misurazione dalla mobilità sostenibile”
Cristina Tombolini, Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare

10.00 – 10.30
“La prefattibilità ambientale di un’opera stradale intraalpina”
Giovanni Campeol, ALIA ss, Rappresentante del Veneto in EUSALP (mobilità)

10.30 – 11.00
“Analisi dei costi del trasporto pubblico e privato”
Agostino Cappelli, Università Iuav di Venezia

11.00 – 11.30
“Il ruolo dell’ambiente nelle analisi costi-benefici”
Marco Ponti, Politecnico di Milano

11.30 – 12.00
“La compatibilità ambientale di una infrastruttura viaria”
Roberto Rossetto, urbanista, Terre srl, Venezia

12.00 – 12.30
Dibattito

13.00 – 13.30
Conclusioni