Prepair: la qualità dell’aria nelle città padane

La Comunità Europea ha aperto nel 2016 una procedura di infrazione contro lo Stato per l’eccessiva presenza di fattori inquinanti – anidride carbonica e polveri sottili – nell’aria delle principali città del bacino padano.
Al fine di rispondere in termini adeguati e con ricorso ad elementi analitici alle specifiche obiezioni poste dalla Commissione, tutte le Regioni hanno sviluppato strumenti normativi specifici per dare attuazione a politiche di gestione. Tra essi, in particolare, un ruolo primario è costituito dei Piani per la tutela della qualità dell’Aria che hanno la specifica funzione di organizzare azioni puntuali per il monitoraggio e gli interventi, quali la chiusura dei centri urbani, targhe alterne, riduzioni delle temperature per gli edifici pubblici e privati etc.
Significativa esperienza è quella che le Regioni dell’area medio padana stanno sviluppando nel progetto comunitario Life Prepair, sostenuto dall’Ue proprio per individuare una politica comune per la gestione del problema in tutte le sue poliedriche sfaccettature: agricoltura, riscaldamenti, trasporti pubblici e privati e logistica. Il convegno si propone un primo confronto delle esperienze attuate dalle principali città per la gestione del problema.

 

PROGRAMMA

14,00 – Registrazione dei partecipanti

14,15 – Inizio dei lavori

Introduce e coordina
Ketty Lorenzet, Osservatorio aria di Arpa Veneto

“Strategie pubbliche dell’innovazione sulla mobilità elettrica
Marco Cappelletti
, Direttore Generale Infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile, Regione Lombardia

“Gli investimenti prioritari in Friuli Venezia Giulia per il miglioramento della qualità dell’ambiente”
Magda Uliana
, Direzione centrale infrastrutture e territorio, Regione Friuli Venezia Giulia 

“Mobilità sostenibile: il contributo del progetto Life Prepair”
Milena Orso Giacone, Settore Risanamento Acustico, Elettromagnetico ed Atmosferico e Grandi Rischi Ambientali, Regione Piemonte

“L’esperienza dell’Emilia sul coordinamento degli accessi e regolamentazione dei centri urbani”
Giuliana Chiodini
, Regione Emilia Romagna

“Mobilità sostenibile in Veneto: l’esperienza del progetto Emoticon”
Adriana Bergamo e Andrea Ballarin, Veneto Strade spa

“Gli scenari della mobilita elettrica e la risposta al problema dell’inquinamento”
Gianfranco Padovan
, Energoclub

“Il “fattore educazione” per il miglioramento della qualità dell’aria nelle regioni padane”
Antonio Ballarin Denti, Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Lombardia per l’Ambiente

Dibattito

Conclusioni
Luigi Zanin, Regione del Veneto Unità Organizzativa Logistica e Ispettorato di porto

18,30 – Fine dei lavori