Sessione plenaria di apertura. Standard urbanistici e servizi ecosistemici

A cura di:
Carolina Giaimo, Responsabile Community INU Ricerche e sperimentazioni nuovi standard, Politecnico di Torino
carolina.giaimo@polito.it
Stefano Munarin, Università Iuav di Venezia, SIU
stefano.munarin@iuav.it
Stefano Stanghellini, Presidente URBIT, Università Iuav di Venezia
stanghellini@urbit.it
Maria Chiara Tosi, Università Iuav di Venezia, SIU
mariachiara.tosi@iuav.it

 

Nella sessione di apertura si vuole mettere a confronto e discutere casi di produzione e gestione degli standard urbanistici che hanno cercato di incorporare nuove istanze connesse alle criticità ambientali. Si tratta di casi diversi che nel loro insieme evidenziano come un approccio integrato e multifunzionale agli standard può fornire risposte a più istanze: rischio idraulico, inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo, perdita di biodiversità.
La sessione si articola in tre momenti: presentare sperimentazioni locali in cui gli standard si sono misurati con le istanze ambientali, definire la questione attraverso più competenze, riflettere sull’adeguamento degli strumenti normativi.
Il seminario è destinato a recare importanti contributi all’attività del gruppo di lavoro costituito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al quale partecipano i rappresentanti di INU e SIU, per formulare i possibili contenuti di un aggiornamento del Decreto Interministeriale 1444 del 1968. Al seminario interverranno professionisti, amministratori e istituzioni che hanno sperimentato approcci innovativi in materia di standard urbanistici verdi.

 

PROGRAMMA

9,00 – Registrazione dei partecipanti

9,15 – Inizio dei lavori

9,30 – 9,40
Saluto di apertura:
Stefano Stanghellini, Presidente URBIT, Università Iuav di Venezia 

9,40 – 10,20
Relazioni introduttive:
“Gli standard urbanistici interrogati dalle emergenze ambientali”
Maria Chiara Tosi e Stefano Munarin, Università Iuav di Venezia, SIU
“Performance urbane e servizi ecosistemici: verso nuovi standard?”   
Carolina Giaimo, Politecnico di Torino, INU

10,20 – 11,40
Segnali di innovazione locale
Modera e conclude: Stefano MunarinUniversità Iuav di Venezia, SIU
“Un percorso di trasformazione territoriale: dalla tangenziale verde ai servizi ecosistemici”
Antonio Camillo
, Direttore Settore Territorio, Città di Settimo Torinese
“La nuova vita dei numeri dell’urbanistica”
Simona Collarini, Comune di Milano
“Dalla modernità alla contemporaneità. Rinnovati protagonismi economici e sociali per la creazione di nuovi standard urbanistici”
Roberto Gerundo, Assessore all’Urbanistica del Comune di Pozzuoli
“Infrastrutture verdi e pratiche dal basso”
Carla Tedesco, Assessore all’Urbanistica del Comune di Bari
“Prato Verde. Strategie per la metamorfosi di una città industriale”
Valerio Barberis
, Assessore all’Urbanistica del Comune di Prato

11,40 – 12,10
Saluti istituzionali
Alberto Ferlenga, Rettore dell’Università Iuav di Venezia
Cristiano Corazzari
, Assessore alla Cultura e al Territorio della Regione del Veneto
Anna Buzzacchi, Presidente  dell’ Ordine degli Architetti PPC Provincia di Venezia

12,10 – 12,40
Attraverso le competenze
Modera e conclude: Maria Chiara Tosi, Università Iuav di Venezia, SIU
Tommaso Bonetti
, Amministrativista, Università di Bologna
Giancarlo Gusmaroli, Centro Italiano Riqualificazione Fluviale
Riccardo Santolini, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, già Assessore all’Urbanistica del Comune di Rimini

12,40 – 13,30
TAVOLA ROTONDA CON LE REGIONI
Coordina e conclude: Silvia Viviani, Presidente INU
Franco Alberti, Direttore Pianificazione territoriale, strategica e cartografia, Regione del Veneto
Maurizio Federici, Dirigente U.O. Programmazione territoriale e paesistica, Regione Lombardia
Roberto Gabrielli, Dirigente settore Pianificazione territoriale, Regione Emilia Romagna
Giovanni Paludi, Vicedirettore Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio Regione Piemonte
Costanza Pera*, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, coordinatrice del Gruppo di Lavoro per l’aggiornamento del D.I. 1444/68
*invitata

13,30 – Fine dei lavori