ABITARE SOSTENIBILE

Concorso di idee per un intervento edilizio in standard passivo e ad elevata valenza sociale a Budoia (PN)

Passivhaus e cohousing sono le parole chiave di “Abitare sostenibile”. Lo spunto arriva dal Piano Regolatore, ove le esigenze di espansione urbana sono state coniugate al tema della sostenibilità: se oggi usiamo nuove porzioni di suolo dobbiamo farlo riducendo al minimo il nostro impatto.
Da qui la volontà di mettere in evidenza le buone pratiche, attraverso una serie di convegni e un concorso di idee per nuovo insediamento di edilizia sociale per circa 70-100 abitanti nell’area della stazione di Santa Lucia, recentemente interessata dalla riattivazione della linea ferroviaria e dalla greenway pedemontana inclusa nella rete cicloturistica regionale e nazionale.
La riqualificazione di un piccolo Comune come quello di Budoia, a carattere residenziale e rurale con circa 2.500 abitanti, deve per forza comprendere azioni per contrastare lo spopolamento, migliorando i servizi esistenti e offrendone di nuovi. Qualità della vita elevata, trasporti efficienti, nuove opportunità di telelavoro e coworking, nuove tecnologie e un’impronta generale fortemente orientata alla sostenibilità, sono attrattori essenziali per valorizzare e rivitalizzare i piccoli centri ricchi di potenzialità, come Budoia.