IL POLO DELLA CULTURA E DELLA CONOSCENZA

Per i 100 anni dalla sua fondazione, Pescara investe sull’innovazione, la cultura, il benessere, i giovani

Il Masterplan del “Polo della cultura e della conoscenza” ha avuto la forma di una tela sulla quale la città, all’interno di un processo partecipativo, ha tracciato la propria idea di futuro. Da questo strumento innovativo, gli stakeholder (Comune, Regione, Provincia, Ministero, Università, Anas, Rfi, Trenitalia, Tua, Confindustria e le altre organizzazioni) trarranno strategie e regole con le quali, grazie ad un nuovo modello di governance, presentarsi rinnovati nei progetti e nei processi al centenario della fondazione della città (#versopescara2027).
Il Masterplan ridisegna e sviluppa la zona sud-est del centro urbano, nel quale sono già presenti l’Università, lo stadio, lo scalo merci ferroviario, la Riserva Dannunziana, il teatro all’aperto, l’auditorium, l’Aurum-fabbrica delle idee, il lungomare. Un programma di breve-medio-lungo periodo investirà oltre 200 milioni di euro sulla conoscenza, lo sport, il benessere, la mobilità sostenibile e sulla creazione di un campus universitario diffuso generatore di socialità, cultura, economie.