FIA – FONDO INVESTIMENTI PER L’ABITARE: BILANCIO DELL’ATTIVITA’ DI INVESTIMENTO

Il FIA è il fondo nazionale operante nel settore dell’edilizia privata sociale (c.d. Social Housing) con l’obiettivo di realizzare case a costi accessibili destinate alle famiglie non in grado di soddisfare sul mercato le proprie esigenze abitative

Il FIA ha iniziato la sua operatività nel 2010 con una dotazione di circa 2 miliardi di euro (CDP, MIT e altri Investitori Istituzionali). Agisce quale fondo nazionale investendo in quote di partecipazione dei fondi locali promossi e gestiti da altre SGR (il c.d. SIF – Sistema Integrato di Fondi).
Ad oggi sono state assunte delibere d’investimento in 31 fondi locali gestiti da 9 SGR, con oltre 260 progetti potenziali che a vita intera (data ultimazione 2020) traguardano 20.000 alloggi sociali e 8.500 posti letto in residenze temporanee e studentesche.
Il mix funzionale dei progetti vede un’assoluta prevalenza di alloggi sociali e residenze temporanee e studentesche (circa il 90%) oltre ad altre destinazioni d’uso, negozi di vicinato e servizi. Il 65% degli alloggi sociali sono destinati alla locazione, il 18% all’affitto con patto di futura vendita e il 17% alla vendita a prezzi convenzionati con i Comuni.
Le tipologie d’intervento sono riconducibili a quattro categorie principali: (i) progetti di riqualificazione urbana, (ii) recupero e rifunzionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, (iii) acquisizione di immobili invenduti per l’affitto a lungo termine e (iv) interventi in aree di completamento delle città. I progetti si caratterizzano, quindi, non solo per l’incremento della dotazione di alloggi sociali, ma contribuiscono alla riqualificazione urbana dei quartieri in cui si inseriscono e all’offerta di servizi e di nuovi spazi pubblici a disposizione della comunità. Gli alloggi vengono assegnati a mezzo di bandi, a canoni e prezzi calmierati concordati con i Comuni, che sono mediamente scontati rispetto a quelli di mercato.
Ad oggi sono operativi 27 fondi immobiliari del SIF che hanno complessivamente avviato 141 interventi, di cui 90 sono realizzati – rendendo disponibili circa 4.000 alloggi sociali e 1.900 posti letto in residenze temporanee e studentesche – 25 sono in fase di costruzione mentre per altri 26 sono in corso le attività propedeutiche all’avvio dei cantieri.