LA CITTÀ STORICA DI COSENZA TRA CONSERVAZIONE E NUOVA VITALITÀ

La zona antica del capoluogo bruzio riqualificata con opere materiali e immateriali. Dalla valorizzazione della confluenza dei fiumi agli incantevoli BoCs Art fino al maestoso Ponte di Calatrava

L’arte dell’abitare gli spazi riscoprendo l’aggregazione e la bellezza di luoghi sempre più attrattivi. Una trasformazione urbana che guarda al marketing territoriale, a una città che sia smart e che punti sulla sostenibilità nonché sul social housing. È la sintesi delle Politiche attuate a Cosenza grazie a progetti mirati racchiusi nell’idea complessiva di una città da lasciare alle future generazioni migliore di come si presentava ieri.
La sfida più avvincente riguarda la parte storica, da conservare nei suoi tratti originari ma da restituire alla vita e alla vitalità contemporanee. Alla confluenza del Crati e del Busento sono stati riqualificati gli argini dei fiumi ed è stata installata la scultura di “Re Alarico sul cavallo”: evocazione visiva per suggestioni di storia che attraggono turismo. Dall’alto, appare maestoso il Ponte di Calatrava, che innesta la periferia al centro città. Ancora più a sud, l’unicità dei BoCs Art, atelier attraversati da artisti di tutto il mondo che qui arrivano, contaminano e lasciano creazioni ispirate da un viaggio chiamato Cosenza.