LA RINASCITA DEL MERCATO ORIENTALE DI GENOVA

Progetto per la valorizzazione del piano rialzato del più antico mercato coperto della città e per la creazione del primo food market genovese.

Il Mercato Orientale di Genova, inaugurato il 2 giugno 1899 all’interno del chiostro annesso al Convento di Nostra Signora della Consolazione e primo edificio costruito a Genova col sistema Hennebique, è il più antico dei mercati coperti genovesi, situato in via XX Settembre, la storica strada dello shopping genovese. Attualmente ha una gestione mista, con la concessione di pubblico servizio a un Consorzio che provvede alla manutenzione, mentre il Comune conserva la titolarità della gestione e riscossione dei canoni, una quota dei quali viene versata al Consorzio.
Da sempre punto di riferimento per i genovesi, il mercato aveva grandi potenzialità di sviluppo anche turistico, ma versava da tempo in condizioni di degrado. Per questo la Giunta, a inizio 2016, ha deliberato di intervenire, ristrutturando e recuperando la struttura al piano rialzato del mercato con un restauro conservativo.
Qui sarà realizzato il primo food market genovese di 2.000 mq con oltre trecento posti a sedere sotto una fantastica lanterna di vetro, un bar centrale e vari corner dove degustare prodotti italiani e soprattutto liguri e genovesi certificati. Nel soppalco creato ad hoc troveranno posto una scuola di cucina, uno spazio per incontri culturali ed eventi e un centro di formazione professionale per l’alimentazione.
Una novità per Genova che si allinea così ad analoghe realtà italiane ed europee come la Boqueria di Barcellona, il Borough Market di Londra, il Mercado di San Miguel a Madrid e il Mercato Centrale di Firenze.
Tra i lavori che interessano il piano rialzato da sottolineare: il risanamento delle parti murarie; il rifacimento della pavimentazione e delle scale di accesso; il rifacimento dell’impiantistica e dei servizi igienici; le opere necessarie all’abbattimento delle barriere architettoniche; il restauro delle vetrate perimetrali e la creazione di un percorso da attivarsi nelle ore di chiusura del mercato sottostante.
La conclusione dei lavori è prevista per la primavera 2018 e il costo complessivo è di 3.000.000 di euro.