IL PIANO DEL PARCO AGRICOLO DI ATRI (TE) STRUMENTO URBANISTICO DI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PAESAGGIO

Un comune delle colline abruzzesi, i suoi amministratori, la sua comunità.

Un Piano che parte da un obiettivo condiviso: affrontare le sfide del futuro puntando sulla salvaguardia e la valorizzazione del paesaggio rurale.

Il Piano Particolareggiato del Parco Agricolo (PPPA) adottato nel 2012, si inserisce nel progetto di Multilevel governance che ha visto la redazione simultanea di 4 strumenti urbanistici nel Comune di Atri: PRG, Piano Particolareggiato del Centro Storico, PPPA e Piano di Gestione del SIC Calanchi di Atri.

Il progetto è il risultato di una pluralità di contributi specialistici e azioni partecipative che hanno accompagnato le decisioni strategiche. Recupero dell’edilizia rurale e azzeramento del consumo di suolo agricolo, incremento della sicurezza idrogeomorfologica, potenziamento dell’attrattività dei valori naturali e delle tipicità locali, sono i target da raggiungere attraverso la sperimentazione di norme incentivanti, compensative o, se necessario, perequative.

Dunque non stravolgere l’attuale assetto territoriale, né mantenerlo immutato e immutabile, ma semplicemente preparare la comunità ad accogliere le opportunità che nel futuro potranno interessare l’ambito rurale attraverso la conoscenza dell’eccellenza del parco.