Il gestore sociale cooperativo: co costruzione di modelli open source

Sala del ‘900, ore 9.30 – 13.30

 


L’Housing Sociale vede l’emergere di un modello abitativo caratterizzato dalla centralità della gestione sociale e dalla volontà di costruire comunità collaborative.

La tradizione cooperativa rappresenta per sua natura un importante punto di partenza per la strutturazione di questo tipo di progetti per la finalità delle iniziative, le caratteristiche e le peculiarità degli utenti a cui sono rivolte e per le aspettative di rendimento degli Investitori che ne determinano l’esito positivo.

Si pone quindi l’esigenza di coniugare socialità e redditività in un modello caratterizzato da efficienza nella gestione degli aspetti immobiliari ma anche dalla capacità di ascolto e soluzioni delle complessità sociali ,economiche e di relazione.

L’idea fondante è che una gestione cooperativa possa garantire nel lungo periodo la costruzione e la tenuta della comunità, elemento che oltre a costituire un’opportunità per il territorio rappresenta un fattore di sicurezza per gli investitori sia per il mantenimento del livello qualitativo degli immobili sia per la realizzazione degli obiettivi di rendimento, in considerazione dei ridotti livelli di morosità conseguibili con questa metodologia.

Nella dimensione e nel legame della Cooperativa di Abitanti con il territorio, è inoltre possibile attivare quei processi virtuosi che passando dalla dimensione della singola residenza  alla comunità più vasta , possono contribuire a ri – definire modelli di welfare innovativi e caratterizzati da diversi livelli di sussidiarietà .

La specificità della gestione cooperativa sta nella capacità di integrare orizzontalmente le competenze di Property, Facility e Community management in un unico interlocutore per gli abitanti e di promuovere e sostenere quelle relazioni di rete necessarie alla gestione di un modello welfare che guarda oltre l’aspetto residenziale.

Il mondo cooperativo ha una posizione ormai consolidata all’interno del sistema integrato dei fondi; è promotore e gestore di numerose iniziative e si è dato l’obiettivo , mettendo a rete le best practices, di definire un modello replicabile in altri contesti e con altri partner , con il quale porsi come interlocutore unico dell’intero ciclo di sviluppo e gestione dei progetti di social housing .

Il seminario presenterà:

  • alcuni casi concreti di partiche consolidate di Gestore Sociale Cooperativo (Torino, Milano , Firenze )
  • il progetto di un Laboratorio sul Gestore Sociale Cooperativo promosso da Legacoop Abitanti/FHS/CDPI che si propone di intraprendere un percorso di approfondimento delle attività del gestore con l’obiettivo di costruire un protocollo condiviso tra le cooperative che operano o che intendono operare nella gestione di immobili di housing sociale.

 

 


 

PROGRAMMA

Apertura Lavori
Rossana Zaccaria, Presidente Legacoop Abitanti

Presentazione del Laboratorio
Giordana Ferri, FHS
Paola Delmonte, CDP Investimenti Sgr
Paolo Boleso, Fund Coordinator InvestiRe Sgr, Fondo Abitare Sostenibile Piemonte

Esperienze di Gestione Sociale Cooperativa:
Pasquale Cifani, Presidente LegaCoop Piemonte
Matteo Busnelli, Dar Casa – Via Cenni Milano
Claudio Palmerini, CCL Consorzio Cooperative Lavoratori – Milano
Mauro Moretti, QLS – Quality Living Service
Tancredi Attinà, Fondo Housing Toscano

Dibattito

Conclusioni
Fabio Bastianelli, Finabita Legacoop Abitanti

 

 

Sessione a cura di: Alleanza Cooperative Italiane e Fondazione Housing Sociale

 


Per questa iniziativa è stato ottenuto il riconoscimento di CFP presso gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Torino.