#PROGETTAITALIA: GLI APPROCCI PER RIQUALIFICARE LE PERIFERIE D’ITALIA

A cura di INU


Il consolidamento dei canoni della smart city, la completa affermazione dei princìpi del contrasto allo spreco energetico e al consumo di suolo, la progettazione integrata urbana sostenibile come metodo d’attuazione delle politiche urbane, le agende nazionali (mezzogiorno, città metropolitane, aree interne) in risposta alla strategia Europa 2020, la costituzione di nuovi soggetti operativi (Italiasicura, Agenzia per la Coesione), sono componenti diverse di una comune intenzione di agire nelle nostre città per renderle più belle, accoglienti, sostenibili e dense di opportunità.
Ciò richiede di affrontare unitariamente la complessità degli aspetti sociali, economici e fisici delle nostre città e di allocare correttamente e prontamente le risorse. Fra le maggiori criticità si rilevano una carente dotazione di progettualità della sfera pubblica e la scarsa capacità di spendere le risorse disponibili, la farraginosità delle procedure, un complicato quadro normativo e la tendenza alla settorializzazione. Quel che si auspica, invece, è l’avvio di un processo che permetta alle città italiane di dotarsi di idee sostenute da concretezza, da realizzarsi bene e in tempi certi, arrivando a costituire un “parco progetti” maturo e valido per tutte le opzioni -ordinarie e straordinarie- di programmazione economica.
In questo quadro va letto il Bando per la presentazione di progetti da candidare al Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia (D.M. del 25 maggio scorso pubblicato in G.U. S.G. 127 del 01/06/2016), un’opportunità rilevante per il sistema delle città italiane in tema di politiche urbane.
Il Convegno chiama alcune delle città che hanno partecipato al Bando a illustrare le loro proposte.


PROGRAMMA

Relazione introduttiva
“I progetti: un quadro sinottico”
Carlo Gasparrini
, Giunta INU

Coordinano
Luigi Pingitore, Segretario nazionale INU e Marisa Fantin, Vice Presidente INU

Dialogano le città di Ancona, Bari, Belluno, Bologna, Catania, Città Metropolitana di Milano, Ferrara, Firenze, Grosseto, Latina, Messina, Modena, Nuoro, Perugia, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Torino, Vicenza

Commenta
Barbara Acreman, Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione e i progetti internazionali-MIT

Conclusioni
Silvia Viviani, Presidente INU


L’iniziativa è stata riconosciuta come evento formativo professionale dalla Consulta regionale lombarda degli Ordini degli Architetti PPC