Accesso alle risorse comunitarie

Gli obiettivi della sessione:
– fornire un aggiornamento sullo stato delle politiche abitative in termini di abitare sociale sia in riferimento ai Fondi strutturali che a nuovi Programmi di Investimento lanciati dall’Unione Europea
– creare un tavolo di confronto tra gli organi governativi di supporto, accompagnamento e valutazione (NUVEC) dei programmi comunitari e le pubbliche amministrazioni operanti attivamente sul tema (Autorità di gestione)
– fornire esempi di successo condividendo i percorsi e i processi attivati

 

Le risorse comunitarie disponibili per le infrastrutture sociali

Le variazioni demografiche strutturali dell’ultimo decennio e le difficoltà economiche dei nuovi nuclei familiari hanno prodotto nell’attuale contesto sociale nuovi bisogni. Il tema dell’abitare sociale, conseguentemente, ha assunto in ambito comunitario la connotazione di momento di un processo evolutivo più ampio di accompagnamento della persona ad una condizione di autonomia finalizzata all’inclusione sociale attraverso l’integrazione delle politiche di welfare.
Nonostante il tema ricada sia sotto il cappello delle “infrastrutture sociali”, che nell’ampio e variegato insieme dei servizi di “inclusione sociale”, prestandosi facilmente a logiche di blending, l’accesso alle risorse comunitarie sembra essere ancora una strada difficilmente percorribile.
Obiettivo di questo panel è duplice: da un lato si intende promuovere un tavolo di confronto tra le principali parti coinvolte al fine di identificare le criticità riscontrate nell’attuale Programmazione 2014 – 2020 in scadenza, dall’altro inquadrare il processo evolutivo che vede le risorse, nella nuova Programmazione, spostarsi verso il più articolato quadro del social impact investing nel quale confluiscono inevitabilmente le tematiche sociali trattate.

Introduce e coordina:
Paola Stefania Delmonte, Chief Business Development Officer, CDP Investimenti Sgr

Partecipano:
Antonella Bonaduce, Autorità di gestione PON Metro, Agenzia per la Coesione Territoriale
Filippo Munisteri, Commissione Europea Direzione Finanziaria e Gestionale

Daria Ciriaci, Affari Europei, CDP

 

Dibattito. Interventi di Autorità di gestione FESR e Rappresentanti di Comuni

 

La scarsa capacità dell’Italia di accedere alle risorse finanziare comunitarie disponibili per il Social Housing, apparsa evidente nel confronto europeo operato nell’edizione 2018 di Urbanpromo Social Housing, ha stimolato i principali organismi attivi nella produzione e gestione di alloggi sociali ad aggregarsi per raggiungere la dimensione fisica e finanziaria necessaria per allestire progetti finanziabili in ambito europeo. Nell’anno trascorso, Alleanza di Cooperative (Legacoop Abitanti e Confcooperative), Compagnia di San Paolo, Federcasa, Fondazione Housing Sociale, Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, hanno dato vita ad una “piattaforma nazionale per l’abitare sociale” che è stata presentata al recente seminario di Housing Europe a Bruxelles su “How EU Funding can be used to support Social Innovation in Italian Social Housing Delivery and Management”.

Relaziona:
Giordana Ferri
, Direttore esecutivo, Fondazione Housing Sociale

 

17,30 – Conclusione dei lavori