Giordana Ferri, FHS
Simona Giustino, CDPi
Luisa Ingaramo, Fondazione Compagnia di San Paolo
Stefano Stanghellini, INU
Bianca Anna Viarizzo, Fondazione Sviluppo e Crescita CRT


Il convegno di apertura della XVII edizione di Urbanpromo prende il nome dal “Rapporto sull’investimento delle infrastrutture sociali in Italia”, coordinato da Edoardo Reviglio e promosso dalla Fondazione Astrid e dalla Fondazione Collegio Carlo Alberto della Compagnia di San Paolo.  Il Rapporto nasce nella cornice del c.d. Rapporto Prodi sostenuto dalla Commissione europea e dall’ELTIA (European Long-Term Investors Association) e consegnato al Vice Presidente della Commissione europea Jyurki Katainen nel gennaio del 2018. Si tratta del risultato di un intenso lavoro di 7 gruppi e una quarantina di esperti. Del gruppo di lavoro sulla infrastruttura “casa” hanno fatto parte Luisa Ingaramo, Giordana Ferri e Luca Talluri.
Il convegno riprende e sviluppa l’iniziativa sull’accesso ai finanziamenti europei tenutasi due anni fa nell’ambito di Urbanpromo.
La crisi del 2008-09 è stata seguita da una forte caduta degli investimenti, che ha riguardato anche gli investimenti nelle infrastrutture attinenti ai servizi sociali in settori cruciali per il futuro benessere dei cittadini europei: salute, istruzione ed edilizia sostenibile.
Per quanto riguarda l’Italia, il Rapporto propone la messa in opera di un Piano straordinario da realizzare in 15 anni ad un costo stimato di circa 150-200 miliardi per le infrastrutture sociali, previsione realistica e fattibile, con ritorni economici e sociali che permetterebbero al nostro Paese di gestire alcune delle grandi sfide che ci attendono. Se il Piano venisse realizzato nei tempi ed ai costi stimati dal Rapporto, l’Italia si potrebbe dotare di uno dei sistemi di infrastrutture sociali tra i migliori d’Europa e del mondo nei tre grandi settori che sono al centro del nostro futuro, quello della sanità, dell’istruzione e dell’edilizia sociale.
È pertanto necessario dare una risposta sistemica attraverso un piano organico ed integrato per sostenere nel breve termine la crescita e l’occupazione e nel lungo termine rendere il sistema sociale e produttivo più resiliente.
Ma come finanziare un tale programma? Una soluzione che si basi esclusivamente su capitali pubblici nazionali non è praticabile nell’attuale contesto storico caratterizzato da un alto indebitamento pubblico e da prospettive di crescita nel breve/ medio termine moderate. È necessario attrarre capitali privati di lungo periodo e attivare nuovi strumenti finanziari innovativi che contribuiscano, in ottica di blending, al finanziamento delle infrastrutture sociali.
In questo quadro assume rilievo l’avvenuta costituzione del Comitato Nazionale per l’Housing Sociale, che aggrega i soggetti più rappresentativi del settore allo scopo di porre in essere una capacità progettuale comune e condivisa per lo sviluppo di iniziative partenariali pubblico-privato.
I lavori del convegno saranno alimentati dagli interventi di Istituti di Ricerca, Operatori dell’edilizia residenziale sociale, esponenti di spicco delle Fondazioni di origine bancaria, rappresentanti di Istituzioni pubbliche.


Se sei interessato a partecipare allo sviluppo del programma di questo convegno, puoi lasciarci un commento o una segnalazione nella successiva sezione “contributi”.

PROGRAMMA

Ore 9,30: Inizio dei lavori

Ore 9,30: Presentazione di Urbanpromo 2020
Stefano Stanghellini, Presidente URBIT

Saluto d’apertura:
Maria Grazia Mattei, Presidente MEET Digital Culture Center – Fondazione Cariplo

Ore 9,40 – 11,00. Prima parte: Il Rapporto della High-Level Task Force

Introduce e coordina:
Paola Pierotti, PPAN

Relazioni:
Rapporto sulle infrastrutture sociali in Italia: uno sguardo d’insieme
Edoardo Reviglio, Responsabile Progetti Europei ed Internazionali, CDP

Dimensione del disagio abitativo pre e post emergenza Covid-19. Numeri e riflessioni per una politica di settore
Elena Molignoni, Responsabile BU Immobiliare e Strategie Urbane, Nomisma

La casa nella crisi: quale domanda, quale offerta, quale politica
Lorenzo Bellicini, Direttore Cresme

Il sistema italiano dell’housing sociale diventa sinergico
Giordana Ferri, Presidente Comitato Nazionale per l’Housing Sociale

Ore 11,00 – 12,00: Seconda parte: Le risorse finanziarie europee

Moderatore:
Livio Cassoli, Responsabile Gestione Investimenti FIA e FIA2, CDPI SGR

Relatori:
Daria Ciriaci, Responsabile Affari Europei, CDP
Filippo Munisteri, Team Leader per gli Investimenti Sociali all’interno della Direzione Tesoreria e Finanza presso la DG ECFIN della Commissione Europea
Angela Mancinelli, Responsabile dell’Unità Infrastrutture e Settore pubblico BEI

Ore 12,00 – 13,30: Terza parte: Il punto di vista degli attori

Interventi di:
Carlo Cerami, Presidente Redo Spa Sgr
Marco Doglio, Chief Real Estate CDP e Amministratore Delegato CDP Investimenti Sgr
Marco Gerevini, Consigliere Delegato e Direttore FHS
Cristina Giovando, Presidente Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Francesco Profumo, Presidente Fondazione Compagnia di San Paolo
Rossana Zaccaria, Presidente Legacoop Abitanti
Luca Talluri, Presidente Federcasa

Sono stati invitati:
Paola De Michelis, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti
Stefano Bolognini, Assessore alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità, Regione Lombardia
Fabio Carosso, Vicepresidente e Assessore all’Urbanistica, Regione Piemonte

Conclusione dei lavori

 

Contributi

Esegui il login o registrati per inserire un commento Commenta