Accedi all'area riservata per visualizzare lo streaming dell'evento

Giulia Lucertini, Università Iuav di Venezia; Carolina Innella, ENEA; Francesca De Lucia, Giovanni Pineschi, Agenzia per la Coesione Territoriale


Le città rappresentano il luogo privilegiato per implementare nuovi modelli di economia circolare basati sulla valorizzazione delle materie e dei beni e sull’allungamento del loro ciclo di vita.

Le città con la loro elevata popolazione consumano infatti grandi quantità di risorse e materiali e tra questi l’edilizia ha un ruolo di primo piano.

In Italia, la produzione di rifiuti edili, ovvero inerti provenienti dal settore delle costruzioni e demolizioni, con circa 50.000 tonnellate annue è la tipologia di rifiuto speciale non pericoloso più rilevante. Inoltre, questa categoria di rifiuti risulta essere tra le più impattanti anche per energia assorbita e CO2 liberata in fase di produzione. Diventa pertanto estremamente importante riuscire a riutilizzare e recuperare, senza necessariamente subciclare (subcycle), tutto questo materiale di cui le nostre città sono piene.
Il webinar si prefigge, nello spirito degli obiettivi e delle attività della piattaforma ICESP, di diffondere buone pratiche di economia circolare, applicate al settore dei rifiuti da costruzione e demolizione e considerando il segmento urbano dell’economia circolare, presenti sul nostro territorio, stimolando
un confronto e un dibattito aperto tra i partecipanti, che sono invitati a portare la propria esperienza sul tema trattato. Il webinar ha altresì l’obiettivo di far emergere i fattori abilitanti e i limiti che il contesto nazionale e locale esercita sull’implementazione di queste pratiche, e sulla loro trasferibilità e replicabilità.


PROGRAMMA

Introduzione:
La Piattaforma ICESP e il GdL5
Approfondimenti tematici per promuovere la messa in pratica di soluzioni circolari – I rifiuti da Costruzione e Demolizione
Francesca De Lucia, ACT

La filiera circolare Costruzione e Demolizione: barriere e opportunità identificate dal gruppo di lavoro ICESP
Francesca Ceruti, ENEA

L’esperienza della città di Pesaro come esempio virtuoso di gestione dei rifiuti da Costruzione e Demolizione
Margherita Finamore, Città di Pesaro

La gestione dei rifiuti da Costruzione e Demolizione in Campania: una valutazione di sostenibilità
Silvia Iodice, Martina Bosone, Francesca Nocca, Associazione Analisti Ambientali

Circolarità e Sostenibilità: il confronto con buone pratiche internazionali
Serena Giorgi, Monica Lavagna, Politecnico di Milano

Discussione – Tavola rotonda:
Emergenza COVID 19 e ripresa economica: come evitare il prevedibile aumento dei rifiuti da C&D?
Giulia Lucertini, Università Iuav di Venezia

Conclusione dei lavori

Curatori e relatori:
Francesca De Lucia Agenzia per la Coesione Territoriale
Architetto, dottore di ricerca in pianificazione urbanistica e territoriale, dal 1999 collabora con amministrazioni pubbliche sui temi dello sviluppo sostenibile e dell’ambiente e come esperto in materia ambientale per i programmi attuativi delle politiche di coesione.
Carolina Innella ENEA
Carolina Innella, ricercatrice in ENEA, svolge attività sullo sviluppo di strategie e metodologie per la transizione verso l’economia circolare di aree urbane e territori. Partecipa a network di settore nazionali ed europei ed è autrice di circa 40 pubblicazioni scientifiche.
Giulia Lucertini Università Iuav di Venezia
Professoressa a contratto (Iuav). Svolge attività di ricerca nel campo della valutazione, dell’economia circolare, del metabolismo urbano per la definizione di un modello di sfruttamento delle risorse sostenibile e rigenerativo sotto il profilo del cambiamento climatico.
Giovanni Pineschi Agenzia per la Coesione Territoriale
Architetto urbanista, Dottore di ricerca, Specialista in pianificazione urbanistica, Master in Nuove Politiche Urbane. Esperto tematico per l’Agenzia per la Coesione Territoriale in politiche urbane (Agenda Urbana nazionale ed UE, PON METRO).
Fabio Eboli ENEA
Fabio Eboli è in ENEA dal 2019, presso la Sezione Supporto Strategico del Dipartimento di Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali. Si occupa di aspetti economico-ambientali relativi a capitale naturale, economia circolare e cambiamenti climatici.
Francesca Ceruti ENEA
Francesca Ceruti, economista, è ricercatore ENEA del Dipartimento di Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali. Attualmente coordina il gruppo di lavoro sui rifiuti da C&D di ICESP – Italian Circular Economy Platform ed è membro del comitato scientifico del Laboratorio Materie Prime presso il Ministero Sviluppo Economico.
Margherita Finamore Comune di Pesaro – Servizio OO.PP.
Architetto esperta in appalti pubblici e sostenibilità nel settore edilizio ha condotto ricerche sull’economia circolare presso il GBC di Helsinki – sta completando la riqualificazione di un edificio di housing sociale di Pesaro selezionato dal Joint Research Centre nell’ambito del progetto “Level(s)” – ha appena completato la costruzione di un nuovo edificio scolastico nZEB che per alto valore ambientale sta concorrendo per l’attribuzione della certificazione LEED Platinum.
Serena Giorgi Politecnico di Milano
Serena Giorgi è architetto e dottore di ricerca. La sua tesi di dottorato si è focalizzata sull'applicazione dell'economia circolare alla rigenerazione del patrimonio edilizio. Attualmente è assegnista di ricerca presso il Dipartimento ABC del Politecnico di Milano, dove svolge attività di ricerca di didattica.
Silvia Iodice Università degli Studi di Napoli 'Federico II'
Attualmente è Analista urbano e Ricercatrice presso il Joint Research Centre della Commissione Europea, Unità di Sviluppo Territoriale, con l’obiettivo di supportare le politiche territoriali europee attraverso analisi spaziali quantitative. Nell’ambito del Dottorato, ha svolto uno stage all’estero presso il Joint Research Centre con sede a Siviglia, Spagna.
Martina Bosone Università degli Studi di Napoli 'Federico II'
Dal 2018 è assegnista di ricerca al CNR – IRISS (Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo) nel progetto di ricerca europeo Horizon 2020 “CLIC – Circular models Leveraging Investments in Cultural heritage adaptive reuse” (2017-2020). È stata componente di diversi progetti di ricerca sui temi del riuso adattivo e della rigenerazione del patrimonio culturale e paesaggistico nella prospettiva dell’economia circolare.
Francesca Nocca Università degli Studi di Napoli 'Federico II'
Dal 2014 è ricercatrice del Laboratorio Internazionale di Ricerca sulla Città Creativa e Sostenibile, del Centro di Ricerca Interdipartimentale “Alberto Calza Bini” dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente è socia del Centro Studi di Estimo ed Economia Territoriale (Ce.S.E.T.), nonché socia dell’Associazione Analisti Ambientali (AAA) e dell'ICOMOS.

Contributi

Esegui il login o registrati per inserire un commento Commenta