Il Ghetto di Mezzanone e il suo recupero come Area produttiva territoriale

Vogliamo rovesciare in positivo una situazione di degrado territoriale, trasformando la baraccopoli e la tristezza di un Centro di accoglienza per Migranti, sfruttati nell’Agricoltura di Capitanata, in un’Area produttiva agroalimentare di primo livello.

Trasformiamo il sedime aeroportuale di Mezzanone, abbandonato, utilizzato al peggio, in una promessa territoriale di rilancio, che aggancia il grande spazio di Capitanata con le risorse territoriali vaste, soprattutto agricole. Proponiamo un’area industriale, che si innesta dentro il Piano di sviluppo industriale ASI di Area, che, sia pur datato, ha costituito il prodromo di una grande rete organica di sviluppo territoriale omogeneizzante.

La nuova Area di Mezzanone non è casuale…

I NUOVI GHETTI URBANI: ANNO 2020

Stefano Stanghellini, Presidente URBIT


Due anni or sono Urbanpromo affrontò il complesso e delicato tema dei “ghetti urbani”, intendendo con tale termine una circoscritta porzione di città che è venuta a trovarsi coinvolta in un processo di degrado urbanistico ed edilizio, abitata da persone in condizioni di precarietà sociale ed economica, e di conseguenza molto esposta a conflitti sociali ed attività illecite. La qualifica di “nuovo” sta a significare che i ghetti a cui ci si riferisce sono l’effetto delle contemporanee dinamiche demografiche ed economiche: ad un certo punto della loro storia questi brani di città hanno imboccato un…