Claudia Trillo, University of Stalford


La biodiversità sta divenendo un tema chiave del dibattito della pianificazione ambientale. L’economia della biodiversità pone interrogativi sulle interrelazioni tra sistemi socio-economici ed ecologia, riconoscendo la necessità di includere nei modelli decisionali valutazioni sinora poco considerate. In UK, la Dasgupta Review incentrata sull’Economia della Biodiversità ha di recente enfatizzato la centralità del tema ai fini dell’attivazione di un’efficace trasformazione sistemica per la lotta al cambiamento climatico. Il concetto di Biodiversity Net Gain (BNG) sancisce l’obbligo per i progetti di trasformazione del territorio di lasciare l’ambiente naturale in uno stato -misurabile- migliore di quello originario. Apposita strumentazione valutativa (Biodiveristy Metrics 3.0) è stata pubblicata nel luglio 2021. Come questa enfasi quantitativa trasformerà la teoria e la pratica della progettazione degli spazi urbani? La discussione della mattinata verterà su queste tematiche, con l’obiettivo di fornire ai tecnici italiani una finestra su ciò che sta accadendo in UK, con esempi concreti.


PROGRAMMA

“Biodiversità: una finestra sul Regno Unito”
Claudia Trillo, University of Salford

“Valutare la biodiversità: DEFRA 3.0, la metrica della biodiversità”
Philip James, University of Salford

“Alberi in citta’”
Pete Stringer, City of Trees

“Biodiversità e infrastrutture verdi”
Derek Richardson, Greater Manchester Authority*

“Verde in città e biodiversità”
Samantha Davenport, Green Infrastructure Senior Policy and Programme Officer at Greater London Authority*

*relatore in attesa di conferma

Contributi

Esegui il login o registrati per inserire un commento Commenta