Carolina Giaimo, INU – URBIT e Benedetta Giudice, INU Giovani Piemonte e Valle d’Aosta


La pedalata di gruppo si svolge in coordinamento con il Convegno “Mobilità attiva cura la città. Politiche, piani e progetti per il benessere urbano ed intende essere un’occasione per costruire una coscienza collettiva sul rapporto fra salute e benessere urbano e ambientale, in relazione all’attività dinamica favorita dall’uso della bicicletta, soprattutto se svolta attraversando aree verdi pubbliche a parco. I grandi polmoni verdi urbani si rivelano infatti un tassello fondamentale per la costruzione di una strategia generale di salvaguardia e valorizzazione complessa della salute e della biodiversità urbana. L’esperienza si svolge attraversando il quartiere di Borgo Vittoria, in un itinerario che si sviluppa da Cascina Fossata verso le aree verdi lungo la Stura di Lanzo a Torino.

La partecipazione alla pedalata è gratuita ed aperta fino ad un massimo di 30 persone previa iscrizione. È previsto il noleggio a titolo gratuito della bicicletta per coloro che ne facciano esplicita richiesta all’atto dell’iscrizione.

Clicca qui per iscriverti alla pedalata


PROGRAMMA

Introduzione al sopralluogo

“La bicicletta come strumento esperienziale per il benessere: quali condizioni e prospettive”
Benedetta Giudice, Valeria Vitulano, INU Giovani Piemonte

“Itinerario della pedalata e punti di interesse da Cascina Fossata alla Stura”
Giulio G. Pantaloni, INU Giovani Piemonte

“Introduzione alla pedalata”
Elisa Gallo, FIAB Torino Bike Pride e consigliera nazionale FIAB

Pedalata di gruppo

Partenza/rientro da Cascina Fossata.
Nel corso della pedalata i partecipanti saranno invitati a reagire alle sollecitazioni poste dagli organizzatori; gli esiti saranno presentati al Convegno “Mobilità attiva cura la città. Politiche, piani e progetti per il benessere urbano” del giorno successivo.

La pedalata sarà svolta con l’assistenza di accompagnatori esperti di FIAB Torino Bike Pride

Contributi

Esegui il login o registrati per inserire un commento Commenta