Il recupero delle caserme Montelungo e Colleoni, un progetto strategico per Bergamo

15/05/2017
Tra i progetti presentati all’ultima edizione di Urbanpromo da Cassa depositi e prestiti Investimenti Sgr c’è quello relativo al complesso delle caserme Montelungo e Colleoni, costruite a Bergamo alla fine dell’Ottocento, che rientra nel “portafoglio” del Fondo Investimenti per la valorizzazione. Si tratta di un progetto strategico per lo sviluppo della città, vista la centralità dell’area da recuperare, tanto da essere individuata dal Piano di governo del territorio per una funzione fondamentale come quella riconducibile al polo della cultura e del tempo libero.

Il progetto è stato individuato attraverso un concorso di progettazione internazionale vinto dallo studio Barozzi/Veiga. Prevede il recupero funzionale di parte degli edifici esistenti e la realizzazione di nuovi fabbricati per servizi universitari (residenze universitarie e centro sportivo), funzioni residenziali, terziarie, commerciali e servizi. L’area del complesso è a metà strada tra la zona di borgo San Tommaso, borgo Santa Caterina, l’Accademia Carrara e il centro, perciò l’obiettivo è anche valorizzarne la posizione di “ponte” tra il cuore urbano e i riferimenti culturali della città. Ecco allora il duplice scopo: da una parte restituire a vita e utilità edifici degradati, dall’altra realizzare un tassello fondamentale del sistema di collegamento ciclopedonale che fa leva sui parchi. Si legge nella presentazione: “Grandi aperture generano collegamenti diretti tra il nuovo parco pubblico interno e i parchi esistenti a nord e a sud dell’area, reintegrando nella città una sua parte rimasta fino a oggi preclusa”.

Il progetto ha subito modifiche a seguito della interlocuzione con la Sovrintendenza che ha portato a individuare un nuovo edificato più concentrato e limitato,  senza tuttavia togliere il valore della grande corte centrale.

Allo stato attuale, il progetto è in fase di realizzazione. Sono state completate le demolizioni in conformità al progetto autorizzato dalla Soprintendenza ed allegato all’Accordo di Programma. Sono in corso le indagini archeologiche e a breve inizieranno i lavori di bonifica del sottosuolo.

In parallelo si stanno impostando le linee guida per la progettazione definitiva, con l’obiettivo di presentare la richiesta per il titolo autorizzativo entro fine anno. Con riferimento, infine, al comparto Montelungo (ceduto al Comune di Bergamo e su cui insisteranno i nuovi servizi universitari) il Comune pubblicherà a breve il bando per l’affidamento dei servizi di progettazione.