La greenway di Giovinazzo, dalla crisi le opportunità per l’ambiente

07/05/2017
Da una crisi possono nascere opportunità. Potrebbe essere questo il senso del progetto della greenway cittadina presentata a Urbanpromo Progetto Paese dal Comune di Giovinazzo, in provincia di Bari. La crisi è quella industriale: a partire dagli anni venti del Novecento con l’insediamento delle Acciaierie e Ferrieri Pugliesi Giovinazzo è diventata una delle città meridionali con il più alto tasso di industrializzazione ma la crisi del comparto siderurgico, dagli anni Settanta, ha portato alla chiusura dello stabilimento. L’opportunità deriva dal risanamento e dal recupero delle strutture industriali dismesse per una operazione che punta a ritarare la mobilità cittadina scommettendo sulla sostenibilità.

Lama Castello aveva la funzione di discarica industriale. Nel progetto del Comune pugliese è strategica. Qui – in un sito che diventerà parco urbano (concluso il primo lotto dei lavori) – arrivano due piste ciclabili preesistenti e qui parte (o arriva, a seconda della prospettiva), la greenway cittadina. L’amministrazione di Giovinazzo ci tiene a sottolineare che non si tratta di una semplice pista ciclabile. Innanzitutto per struttura stessa, vista la particolarità dello spartitraffico alberato che la dividerà dalla strada vera e propria, dando quindi al paesaggio cittadino un contributo migliorativo in termini naturalistici. Poi per la funzione: la greenway è pensata per essere una infrastruttura fondamentale per la mobilità cittadina (attraverserà tutta la città, arrivando a servire un punto di scambio come la stazione ferroviaria e gli impianti sportivi) che quindi verrà ripensata dal punto di vista della sostenibilità ambientale.

La greenway attraversa la città, pensata come un luogo da recuperare utilizzando percorsi esistenti e collegando tra loro anche tutte le aree verdi della città e coinvolgendo la campagna, il mare, i luoghi rupestri, l’archeologia industriale. Avrà una lunghezza di oltre cinque chilometri, si metterà in connessione con le ciclabili cittadine e svolgerà il ruolo di infrastruttura anche oltre i confini comunali, visto che metterà in collegamento ciclopedonale la periferia Nord di Bari con Molfetta, passando appunto per Giovinazzo. Il programma di realizzazione della greenway è accompagnato da azioni di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile, costituito da iniziative come gli incentivi per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita, il sostegno alla ciclofficine, la realizzazione di eventi e conferenze per la promozione degli spostamenti in bici.

Da Lama Castello la greenway approderà al lungomare Marina Italiana, oggetto di interventi di consolidamento attraverso opere a mare e a terra.