La rinascita del Mercato Orientale a Genova, il progetto della Camera di Commercio cittadina

12/04/2018
Presenza costante e propositiva ormai da tempo a Urbanpromo, la Camera di Commercio di Genova e le sue iniziative sono una dimostrazione della possibilità delle sinergie tra suggerimenti e necessità di operatori economici e azioni di riqualificazione, dell’interesse comune e dei vantaggi reciproci di commercio e città. Nell’ultima edizione della manifestazione l’ente ha presentato il progetto di rinascita del Mercato Orientale del capoluogo ligure.

Si tratta di una struttura dalla storia notevole: inaugurato il 2 giugno 1899 all’interno del chiostro annesso al Convento di Nostra Signora della Consolazione è il più antico dei mercati coperti genovesi, situato in via XX Settembre, la storica strada dello shopping genovese. Ha una gestione mista, con la concessione di pubblico servizio a un Consorzio che provvede alla manutenzione.

Da sempre un punto di riferimento dei genovesi, la  sua parte centrale leggermente sopraelevata versava ormai in condizioni abbastanza degradate,  e questo  ha  indotto la Giunta comunale in sinergia con gli operatori a intervenire per recuperare con un restauro la struttura al piano superiore.

Qui si interverrà secondo i canoni più innovativi, sia dal punto di vista architettonico che di marketing territoriale, sfruttando le potenzialità dell’enogastronomia come elemento di attrazione per turisti e visitatori. Al piano superiore del mercato orientale sarà realizzato infatti (L’apertura della nuova struttura è prevista per il prossimo autunno)  il primo food market genovese di 2.000 mq con oltre trecento posti a sedere sotto una fantastica lanterna di vetro, un bar centrale e vari corner dove degustare prodotti italiani e soprattutto liguri e genovesi certificati. Nel soppalco creato ad hoc troveranno posto una scuola di cucina, uno spazio per incontri culturali ed eventi e un centro di formazione professionale per l’alimentazione.

L’iniziativa ha preso il via grazie alla concessione dell’area sottoscritta fra l’Assessorato allo Sviluppo economico del Comune di Genova, diretto allora da Emanuele Piazza, e la Mog Srl, aggiudicataria del bando di valorizzazione del piano rialzato del Mercato Orientale. La Mog srl agirà in sinergia proprio con il Consorzio di gestione per avviare l’attività economica in modo compatibile e complementare al mercato attivo già ora. Gli operatori che oggi lavorano al piano rialzato sono stati in parte coinvolti nell’iniziativa e in parte saranno assunti e lavoreranno nei nuovi ristoranti, altri sono stato ricollocati e continueranno il loro lavoro, chi dentro e chi fuori il mercato.

Al piano terra continueranno a lavorare in sinergia gli oltre cento operatori in Consorzio, mentre il Mercatorientale, così si chiamerà il nuovo food market, sarà aperto tutti i giorni dell’anno, con orario continuato: una rivoluzione anche questa.

Spiegava l’assessore Piazza al momento della presentazione: “Si tratta di una operazione per la valorizzazione del commercio, con il rafforzamento dell’importante struttura del Mercato e dell’area Via XX Settembre/Via San Vincenzo. Una riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico attraverso una forte partnership tra il Comune e i privati che investiranno risorse per lo sviluppo economico, con la creazione di nuovi posti di lavoro e il rafforzamento di un polo turistico. Tutto questo contribuendo anche a migliorare la vivibilità dei cittadini che avranno un nuovo piacevole luogo di socialità nel centro cittadino”.

“Un progetto importante per la città –  afferma oggi  Maurizio Caviglia, Segretario Generale della Camera di Commercio di Genova –  per la valorizzazione della strada ma soprattutto per la valorizzazione  delle eccellenze enogastronomiche  del territorio ai fini di una promozione  a 360°  della nostra città”.