A cura di:
Rosario Pavia, Università di Pescara, URBIT

 

Il seminario prende le mosse dal DEASP Linee Guida per i documenti di pianificazione energetico ambientali dei sistemi portuali.
Le Linee guida sono state predisposte nel 2018 dal Ministero dell’Ambiente. Il Documento per la pianificazione energetico ambientale è un atto dovuto anche indipendentemente dal Piano portuale. È un documento importante in quanto apre il discorso sulla questione ambientale dei porti che non può essere limitata ai solo aspetti energetici, ma investe tutto l’ecosistema di aree poste tra la città e il mare, tra il sistema ambientale di terra e quello marino.

 

PROGRAMMA

9,00 – Registrazione dei partecipanti

9,30 – Inizio dei lavori

Introduce e coordina:
Rosario Pavia, URBIT

Contenuti del DEASP
Alessandro Carettoni, Dirigente Div III Direzione Energia e clima, Ministero dell’Ambiente
Roberto Ballarotto, Esperto Ministero dell’Ambiente

Il porto come infrastruttura ambientale
Matteo Di Venosa
, Università di Pescara

La direttiva UE sulla pianificazione dello spazio marittimo
Francesco Musco
e Niccolò Bassan, Università Iuav di Venezia

Le relazioni ambientali tra porto e città. Il caso di Ravenna
Carlo Gasparrini
, Università di Napoli Federico II

Strategie per la tutela ambientale: azioni per il miglioramento dell’efficienza energetica in ambito portuale (Progetto SUPAIR programma ADRION 2014-2020)
Erika Rizzo, Area Ambiente, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale

Il DEASP dell’Autorità Portuale di Taranto
Fulvio Di Blasio, Segretario generale Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio – Porto di Taranto
Gaetano Internò, Direzione Tecnica, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio – Porto di Taranto

Esperienze di pianificazione ambientale ed energetica nel porto di Civitavecchia
Calogero Burgio,Responsabile Area ambiente, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale

Dibattito

13,30 – Conclusione dei lavori

Buffet