TERRITORI IN TRANSIZIONE O IL PROGETTO DELLA TRANSIZIONE

Maria Chiara Tosi, Marta De Marchi, Michela Pace, Università Iuav di Venezia


Progettare la transizione verso una condizione di maggiore sostenibilità rappresenta una delle sfide principali a cui molte istituzioni stanno lavorando.

Numerosi sono gli ambiti in cui si articola la transizione: l’abitare, i sistemi di produzione agroalimentare nello spazio, i modelli di mobilità, le geografie della produzione, infine la transizione ambientale, legata agli effetti del cambiamento climatico.

Nell’ambito di queste iniziative volte ad affrontare la sfida della transizione, solo recentemente è emerso il ruolo delle città. In diversi settori come i trasporti, la salute, il benessere, l’inclusione sociale, il…

UNIVERSITÀ, CITTÀ E TERRITORIO

Laura Fregolent, Carolina Giaimo, Patrizia Lombardi, Stefano Stanghellini


Il Convegno sviluppa il tema attorno a tre questioni centrali, che propongono altrettante strategie di attenzione: uno sguardo è endogeno, rivolto a progettualità e modelli di assetto spaziale, ambientale, tecnologico, energetico di Campus sostenibile; uno sguardo è esogeno, indaga rapporti e sinergie fra università e sistema urbano in termini di capacità di innescare processi complessi di rigenerazione dei tessuti urbani, come attrezzatura di interesse generale che genera nuove economie; uno guardo è trasversale, sviluppa il rapporto con istituzioni, enti, associazioni, aziende, imprese e l’impatto sugli aspetti economico-sociali e territoriali.

L’evento è organizzato…

PARADIGMI E CARATTERI DELLE CITTÀ-PORTO

Antonio Trampus, Università Ca’ Foscari di Venezia; Luigi Zanin, Regione del Veneto


Sia che si tratti di città dalle gloriose tradizioni marinare, come di popolosi centri urbani dell’entroterra sorti attorno ai porti di fiume, la relazione tra la dimensione cittadina e l’acqua continua ad essere un propulsore fondamentale per la trasformazione urbana. La stessa proiezione della città-porto, contesa tra la verticalità delle case-fondaco e l’indefinita spazialità del mare, tra la funzione logistica e commerciale che le è sempre stata connaturale e le esigenze di rappresentazione dei ceti che la governano, costituisce una continua fonte di stimoli per comprendere le dinamiche urbane…

LE RETI PEDONALI COME MODELLI SOSTENIBILI DI SVILUPPO DELLE CITTÀ E DELLE AREE INTERNE

Carmela GianninoRosario Pavia, INU – URBIT


La crescente attenzione alla tutela ambientale, alla sicurezza delle reti stradali e allo sviluppo sostenibile delle città e delle aree interne del nostro paese, ha contribuito a rilanciare il tema della mobilità dolce o lenta intesa come rete ciclabile e pedonale.

In particolare, la mobilità pedonale rappresenta oggi una grande opportunità per la riqualificazione urbana e la valorizzazione dei centri storici e dei borghi delle aree interne.

Gli itinerari a piedi consentono di vivere a pieno un territorio e di interagire con la popolazione locale, la natura e la cultura dei luoghi, aiutano a far…