Accedi all'area riservata per visualizzare lo streaming dell'evento

Iginio Rossi, Alessandro Bruni, INU – URBIT
in collaborazione con PREDIF – Piattaforma di rappresentanza statale per le persone con disabilità fisiche, Spagna


La già insufficiente accessibilità per tutti delle nostre città si sta ulteriormente aggravando in seguito alle barriere prodotte dai cambiamenti climatici che rendono, con temperature anomale e condizioni meteoriche disagevoli nonché tragiche, sempre più difficile lo svolgimento della vita collettiva e individuale delle persone in particolare riferite ai processi di invecchiamento, marginalità e fragilità della popolazione. Processi che affiancati a quelli derivanti dall’emergenza sanitaria assumono ruoli ed effetti maggiormente destabilizzanti su inclusione e accessibilità di città e territori essendo stato verificato che le persone più fragili hanno visto maggiormente ridotto il loro livello di autonomia. Tutto ciò impone, al fine di individuare nuovi percorsi risolutivi, molteplici ripensamenti riguardanti approcci, innovazione degli strumenti, riequilibrio delle priorità e integrazione delle politiche.

L’incontro si propone di porre a confronto politiche, piani e progetti che mostrano coerenza con la necessaria re-interpretazione del funzionamento urbano. Il quesito di base potrebbe essere: come interpretare gli spazi pubblici in relazione alle condizioni imposte dall’emergenza sanitaria, con attenzione alle categorie più fragili e marginalità, per città più resistenti ai cambiamenti climatici.
Un momento di discussione allargato anche ad altre esperienze europee su casi significativi per orientare e indirizzare le pubbliche amministrazioni ma anche altri soggetti coinvolti nel dibattito per ragionare e capire cosa si sta facendo, come si sta procedendo e quali sono le prospettive ma anche come si ritiene di poterle raggiungere.


PROGRAMMA

Inizio dei lavori

Saluti, motivazioni e attese:
Iginio Rossi
, INU-URBIT
Luigi Leporiere, PREDIF

Coordina gli interventi:
Alessandro Bruni, INU

– Da dove ri-partiamo

Nuovi contesti per cambiamenti climatici, invecchiamento e nuove fragilità
Iginio Rossi
, INU – URBIT

Destinazioni turistiche intelligenti, un progetto della Segretería di Stato del Turismo in Spagna
Luigi Leporiere, PREDIF, Piattaforma di rappresentanza statale per le persone con disabilità fisiche della Spagna

Progettare per tutti, a partire dall’accessibilità. Linee guida per la Regione Friuli Venezia Giulia
Barbara Chiarelli, Ilaria Garofolo, Elena Marchigiani, Dipartimento di Ingegneria e Architettura, Università degli Studi di Trieste

Infrastrutture verdi urbane e strategie di adattamento per il clima che cambia. Il piano d’azione del progetto Perfect del Comune di Ferrara
Silvia Mazzanti
, Comune di Ferrara, ed Elena Farnè, consulente del progetto Perfect Ferrara

Rigenerazione urbana inclusiva nelle aree interne. Il progetto ConMarradi
Francesco Alberti
, Università di Firenze e Sara Naldoni, Urban LIFE

Ricerche per favorire l’inclusione sociale nel periodo post-pandemico a Catania
Gaetano G. D. Manuele
, Dottore di Ricerca in Architettura

Resistenza attiva ai tempi del Covid: l’esempio del Quartiere di Santa Marta a Venezia
Rosaria Revellini
, Dottoranda di ricerca IUAV

Un approccio inclusivo e multidisciplinare per progettare il futuro
Sophia Los, Architetto Ordine di Vicenza

Dibattito

Conclusione dei lavori

 

Curatori e relatori:
Alessandro Bruni Presidente INU - Umbria
Dottore di ricerca (PhD) in Pianificazione Territoriale e Urbana. Pratica la pianificazione urbanistica, paesaggistica e la progettazione urbana. Docente a contratto in Urbanistica presso il Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale dell’Università degli Studi di Perugia.
Iginio Rossi INU - URBIT
Architetto, si occupa del funzionamento urbano inerente l’accessibilità a 360°, delle reti per la mobilità dolce e della rivitalizzazione degli organismi urbani territoriali economici anche a livello territoriale in riferimento alla rigenerazione urbana, ai centri storici e al funzionamento delle attività miste diffuse.
Luigi Leporiere PREDIF
Responsabile dell’Area di Turismo Accessibile di PREDIF e membro di commissioni nazionali e internazionali sull’accessibilità universale, turismo e cultura accessibile, si occupa in particolar modo di pianificazione dell’accessibilità in ambito turistico.
Ilaria Garofolo Università degli Studi di Trieste
Professore ordinario di Tecnologia dell’architettura. Svolge attività di ricerca sui modelli organizzativi per la gestione dei progetti edilizi in riferimento a valutazione e monitoraggio dei processi e delle risorse, la sperimentazione di strategie e protocolli per la sostenibilità ambientale, la progettazione inclusiva.
Elena Marchigiani Università degli Studi di Trieste
Professore associato di Urbanistica. Svolge attività di ricerca su strumenti di piano e progetto, con riferimento a paesaggio e sostenibilità, ai processi partecipati, alla riqualificazione dei quartieri di edilizia pubblica e degli spazi pubblici con particolare attenzione ai temi dell’accessibilità inclusiva.
Silvia Mazzanti Comune di Ferrara
Architetto, è funzionario di pianificazione territoriale, urbanistica e progettazione europea ed è project manager del progetto europeo Perfect.
Elena Farnè Architetto
Si occupa di processi di rigenerazione urbana e ambientale, partecipazione e adattamento climatico in ambito urbano. È progettista del Piano sulle Infrastrutture Verdi urbane del Comune di Ferrara elaborato con il progetto europeo Perfect.
Francesco Alberti Università degli Studi di Firenze
Professore Associato di Urbanistica, svolge attività didattica e di ricerca nel campo sostenibilità urbana e territoriale. Coordinatore scientifico dello spin-off universitario Urban LIFE. Presidente della sezione Toscana dell’INU.
Sara Naldoni Urban Life
Urban Liveability & Innovation For Everyone è startup innovativa e spin-off dell’Università di Firenze. Fornisce supporto specialistico a soggetti pubblici o privati nel definire, coordinare e gestire strategie e azioni di trasformazione urbana sostenibile.
Gaetano G. D. Manuele Dottore di ricerca in architettura
Architetto, ha conseguito riconoscimenti sui temi dell’urbanistica e della sostenibilità ma anche una menzione al premio letterario INU inediti 2017. Coordina i progetti “inSUPERabile” e “Suoni dalla città di Catania”, ha al suo attivo numerose pubblicazioni nel campo dell’urbanistica.
Rosaria Revellini Università Iuav di Venezia
Dottoranda di ricerca in Nuove Tecnologie e Informazione per l’Architettura, la Città e il Territorio (Iuav) si occupa di tematiche inerenti all’accessibilità urbana per persone con disabilità e in modo particolare di città age-friendly.
Sophia Los Architetto e paesaggista
Fonda SOL, un gruppo multidisciplinare che progetta luoghi a diverse scale, attorno alla vita che ospitano, secondo un atteggiamento naturalmente ecosostenibile, erede di un secolo di architettura e design in famiglia.

Contributi

Un commento su “CITTÀ ACCESSIBILI A TUTTI

  1. Gli eventi connessi all’emergenza sanitaria hanno ulteriormente accresciuto l’importanza di visioni che riescano a superare confini, specializzazioni, separazioni, … l’apertura di Città accessibili al confronto con esperienze europee – il turismo accessibile a tutti della penisola iberica è un’eccellenza indiscussa – inizia con una collaborazione prestigiosa: PREDIF, la Piattaforma di rappresentanza statale per le persone con disabilità fisiche della Spagna.

Esegui il login o registrati per inserire un commento Commenta