Ennio Nonni, INU – URBIT


Introdotte con il DM 162/2019, quando ancora non si rischiava di andare in crisi per la insufficienza energetica e i proibitivi costi d’ acquisto, le Comunità energetiche rinnovabili (CER) rappresentano una direzione per stimolare gruppi di persone a dotarsi di impianti condivisi per la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili.
Una idea semplice che prefigura lo sviluppo di energia a chilometro zero e che, attraverso il recepimento della Direttiva europea RED 11 e i finanziamenti del PNRR, può incidere in modo significativo al raggiungimento della autonomia energetica; una dimensione progettuale locale, di quartiere ma non solo, con impianti condivisi di produzione e autoconsumo.
La Regione Emilia Romagna ha recentemente approvato la legge n. 5/2022 per la promozione delle CER e degli autoconsumatori che agiscono collettivamente.
Se la strada indicata fa immaginare un grande interesse, per i benefici sociali, ambientali ed economici, sarà necessario rimuovere gli ostacoli per favorire l’aggregazione, l’accesso ai finanziamenti, l’individuazione degli spazi e delle soluzioni progettuali.
In questa sessione tematica una pluralità di attori presenta da diverse angolazioni aspetti delle Comunità energetiche, nell’auspicio che la specificità energetica si innesti nella più variegata qualità del tessuto urbano.


Ore 14:00 ingresso in sala

Ore 14:30 inizio dei lavori


PROGRAMMA

Introduce
Ennio Nonni, INU – URBIT

Relazioni

1 ) “Esplode l’interesse in tutta la penisola per le CER”

Le comunità energetiche rinnovabili per un paesaggio che cambia”
Enzo Scandurra, Università Sapienza Roma

Transizione concreta alle rinnovabili: le comunità energetiche rinnovabili”
Leonardo Setti
, UNIBO, fondatore delle Comunità e città solari

“Un focus sulle energie comuni: un strada obbligata per la sostenibilità”
Luigi Di Marco, Alleanza per lo sviluppo sostenibile ASVIS

“L’iniziativa pubblica come motore per le CER in Friuli Venezia Giulia
Matteo Mazzolini, Direttore Agenzia per l’energia del Friuli Venezia Giulia 

2 ) “Attori in campo per le Comunità energetiche rinnovabili”

“Sinergie. Sviluppo di comunità energetiche rinnovabili a impatto sociale”
Sara Leporati
, Fondazione Compagnia di San Paolo – Torino                              

“Alternative – promuovere la diffusione di CER per un futuro alternativo al fossile”
Federico Beffa
, Fondazione Cariplo

“Il supporto alle CER del territorio cuneese”
Andrea Alfieri
, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo

“La transizione energetica parte dai territori”
Diego Finelli
, Banca Etica Torino
Chiara Brogi, Cooperativa ènostra

Conclusioni

Giovanni Fini, INU, Comune di Cesena

Contributi

Esegui il login o registrati per inserire un commento Commenta