FIV – FONDOINVESTIMENTI PER LE VALORIZZAZIONI

CDPi Sgr

CDP Investimenti Sgr è una società di gestione del risparmio costituita il 24 febbraio 2009 per iniziativa di Cassa depositi e prestiti Spa, unitamente ad ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa e ad ABI – Associazione Bancaria Italiana. Il capitale di CDP Investimenti Sgr è detenuto per il 70% dalla Cassa depositi e prestiti e per il 15% ciascuna dall’ACRI e dall’ABI.

CDP Investimenti Sgr gestisce:

– il “Fondo Investimenti per l’Abitare” (FIA) dedicato al social housing e

– il “Fondo Investimenti per le Valorizzazioni” (FIV) dedicato alla valorizzazione del patrimonio pubblico.

 

FIV – Fondo Investimenti per le Valorizzazioni

Il FIV è un fondo multicomparto, articolato nel Comparto Plus e nel Comparto Extra, dedicato alla valorizzazione degli immobili pubblici.

Il Comparto Plus (sottoscritto per 100 milioni di euro da Cassa Depositi e Prestiti) effettua operazioni di acquisto di immobili di Enti Pubblici anche con lo schema operativo che prevede uno studio di fattibilità, un’offerta vincolate e un bando pubblico indetto dall’Ente venditore, in cui il FIV – Comparto Plus acquista solo in caso di asta andata deserta.

Il Comparto Extra (sottoscritto per 725 milioni di euro da Cassa Depositi e Prestiti) è stato dedicato all’acquisizione di immobili di proprietà dello Stato e di alcuni Enti Territoriali. CDP Investimenti Sgr, attraverso il FIV – Comparto Extra, ha perfezionato l’acquisizione di 40 immobili provenienti in parte dallo Stato (33 asset), e in parte da 6 Enti territoriali (7 asset). Il valore dell’operazione è di circa 490 milioni di euro. Gli immobili sono distribuiti su 10 Regioni e 19 province. Circa il 75% delle superfici del portafoglio sono distribuite su 23 immobili localizzati nelle città di Bergamo, Bologna, Firenze, Milano, Roma, Torino e Venezia. Dei 40 immobili acquisiti, 33 sono vincolati in ragione del valore storico e artistico. Le politiche di gestione del fondo prevedono che gli immobili potranno essere venduti sul mercato sia nello stato in cui si trovano, sia dopo attività di valorizzazione, sia ancora dopo attività di vero e proprio sviluppo, trasformazione e commercializzazione.