ZOIA L’ABITARE POPOLARE E COOPERATIVO A MILANO

Nel 2008, il Comune di Milano ha messo a bando otto aree di sua proprietà, concesse in diritto di superficie, per favorire la realizzazione di alloggi in social housing.

Qualità sociale, progettuale, architettonica e ambientale sono stati gli elementi privilegiati di valutazione dei progetti.
Il costo dell’area destinata agli alloggi in affitto è pari a 1 euro.

Le cooperative Solidarnosc del CCL (capofila dell’intervento) e Edificatrice Ferruccio Degradi hanno avuto in assegnazione l’area di Via F.lli Zoia.

Il progetto si è concretizzato nella realizzazione di 3 edifici: 2 destinati alla proprietà e un terzo destinato all’affitto a canone convenzionato e sociale; su 95 alloggi, 44 sono destinati all’affitto (di cui 16 ERP).

Le cooperative hanno altresì avuto accesso a contributi regionali SACC (Servizi abitativi a canone convenzionato) per il convenzionato, con un affitto pari a 79 €/mq annui (compreso posto auto), mentre per quanto riguarda il canone sociale il cofinanziamento regionale proviene da un accordo quadro avvenuto tra Comune e Regione. L’affitto medio per il canone sociale è pari a circa 15 €/mq annuo.

Le Cooperative hanno assegnato attraverso un contest (curato dalla coop sociale Noicoop) gli spazi delle Officine Creative a un liutaio, a un gruppo di scenografe, una galleria d’arte e a due architetti che si sono impegnati a progettare anche una serie di attività dedicate ad abitanti e quartiere..

Il tutto viene costantemente raccontato sul blog www.zoiablog.com.